Sotto il sole giaguaro
  • 2560025243861
  • Garzanti
  • 1986

Sotto il sole giaguaro

di Italo Calvino

«Un libro che sto scrivendo parla dei cinque sensi, per dimostrare che l'uomo contemporaneo ne ha perso l'uso. Il mio problema scrivendo questo libro è che il mio olfatto non è molto sviluppato, manco d'attenzione auditiva, non sono un buongustaio, la mia sensibilità tattile è approssimativa, e sono miope. Per ognuno dei cinque sensi devo fare uno sforzo che mi permetta di padroneggiare una gamma di sensazioni e sfumature. Non so se ci riuscirò, ma in questo caso come negli altri il mio scopo non è tanto quello di fare un libro quanto quello di cambiare me stesso, scopo che penso dovrebbe essere quello d'ogni impresa umana. Voi potete obiettare che preferite i libri che convogliano una vera esperienza, posseduta fino in fondo. Ebbene, anch'io. Ma nella mia esperienza la spinta a scrivere è sempre legata alla mancanza di qualcosa che si vorrebbe conoscere e possedere, qualcosa che ci sfugge.» (Italo Calvino)


Acquista su Amazon.it
Acquista su ibs.it

Commenti (2)

07/02/2019 - sofia
utente
Interessante conoscere Italo Calvino: Figlio di due scienziati (il padre è agronomo, la madre biologa) nasce a Cuba dove i genitori dirigevano l'orto botanico di Santiago de las Casas, vicino a L'Avana. Tornata in Italia la famiglia, a Sanremo, frequenta le scuole nella città ligure e, terminato il liceo si iscrive ad Agraria, ma interrompe l'Università per evitare l'arruolamento forzato e dopo l'8 settembre si unisce alle brigate partigiane nella Brigata Garibaldi. Nel 1944 entra nel Pci e alla fine della guerra ne diventa militante attivo e Quadro. Si iscrive e si laurea alla facoltà di lettere di Torino e nel frattempo inizia a collaborare a riviste (fondamentale il rapporto con il Politecnico di Vittorini) e quotidiani. Entra a lavorare all'Einaudi e nel 1950 ne viene assunto definitivamente come redattore. Iniziano i questi anni le prime uscite dei suoi romanzi, tutti accolti con grande stima dalla critica internazionale. Nel 1964 sposa all'Avana Esther Judith Singer e l'anno successivo nasce la figlia Giovanna. L'anno successivo alla morte di Vittorini, cioè nel 1966, si trasferisce a Parigi con la famiglia. Inizia poi a collaborare con il Corriere della Sera, quindi con La Repubblica su cui scriverà fino al 1984. Nel 1978 muore la madre a 92 anni. Nel 1980 una raccolta dei suoi Saggi più importanti viene pubblicata con il titolo di Una Pietra Sopra e nello stesso anno si trasferisce a Roma. Nel 1983 pubblica Palomar, una serie di racconti ricchi di “disillusa amarezza” e l’anno dopo presso Garzanti, pubblica Collezione di Sabbia. Nel 1985 poiché invitato a tenere una serie di lezioni a Cambridge alla Haward University, prepara Lezioni Americane che verranno pubblicate postume nel 1988. Colpito il 6 Settembre da ictus, muore a Castiglione di Pescaia nella notte fra il 18 e il 19. Tra le sue opere principali troviamo Il visconte dimezzato, Il barone rampante, Il cavaliere inesistente, Le città invisibili, Se una notte d'inverno un viaggiatore. Di che cosa parla Sotto il sole giaguaro: Così ci presenta il libro: «Un libro che sto scrivendo parla dei cinque sensi, per dimostrare che l'uomo contemporaneo ne ha perso l'uso. Il mio problema scrivendo questo libro è che il mio olfatto non è molto sviluppato, manco d'attenzione auditiva, non sono un buongustaio, la mia sensibilità tattile è approssimativa, e sono miope. Per ognuno dei cinque sensi devo fare uno sforzo che mi permetta di padroneggiare una gamma di sensazioni e sfumature. Non so se ci riuscirò, ma in questo caso come negli altri il mio scopo non è tanto quello di fare un libro quanto quello di cambiare me stesso, scopo che penso dovrebbe essere quello d'ogni impresa umana. Voi potete obiettare che preferite i libri che convogliano una vera esperienza, posseduta fino in fondo. Ebbene, anch'io. Ma nella mia esperienza la spinta a scrivere è sempre legata alla mancanza di qualcosa che si vorrebbe conoscere e possedere, qualcosa che ci sfugge.» (Italo Calvino) Ed ecco il mio pensiero:“Ecco, ero insipido, pensai, e la cucina messicana con tutta la sua audacia e fantasia era necessaria perché Olivia potesse cibarsi di me con soddisfazione, i sapori più accesi erano il complemento, anzi il mezzo di comunicazione indispensabile come un altoparlante che amplifica i suoni perché Olivia potesse nutrirsi della mia sostanza. «Può darsi che io ti sembri insipido», protestai,«ma ci sono gamme di sapori più discrete e contenute di quelle dei peperoncini, ci sono aromi sottili che bisogna saper cogliere!». «L cucina è l’arte di dar rilievo ai sapori con altri sapori». replicò Olivia, «ma se la materia prima è scipita, nessun condimento può rialzare un sapore che non c’è».[...] Discesi, risalii alla luce del sole-giaguaro, nel mare di linfa verde delle foglie. Il mondo vorticò, precipitavo sgozzato dal coltello del re-sacerdote giù dagli alti gradini sulla selva di turisti con le cineprese e gli usurpati sombreros a larghe tese, l’energia solare scorreva per reti fittissime di sangue e clorofilla, io vivevo e morivo in tutte le fibre di ciò che viene masticato e digerito e in tutte le fibre che s’appropriano del sole mangiando e digerendo. Sotto la pergola di paglia di un ristorante in riva a un fiume, dove Olivia m’aveva atteso, i nostri denti presero a muoversi lentamente con pari ritmo e i nostri sguardi si fissarono l’uno nell’altro con un’intensità di serpenti. Serpenti immedesimati nello spasmo d’inghiottirci a vicenda, coscienti d’essere a nostra volta inghiottiti dal serpente che tutti ci digerisce e assimila incessantemente nel processo d’ingestione e digestione del cannibalismo universale che impronta di sé ogni rapporto amoroso e annulla i confini tra i nostri corpi e la sopa de frijoles, lo huacinango a la veracruzana, le enchiladas….”.Sotto il sole giaguaro di Italo Calvino E' il secondo racconto e , per me, il più bello. Sarà che il gusto è sicuramente il più facile dei cinque sensi. Nel primo racconto in cui si narra l'olfatto il protagonista cerca una donna della quale conosce solo il profumo cosa abbastanza improbabile se, come dicono, ogni profumo può cambiare su ognuno e diventare diverso.Il titolo“Il nome, il naso”. Il racconto che darà nome al piccolo libro sotto il sole del giaguaro è praticamente un resoconto di un viaggio di una coppia in Messico che attraverso il cibo si scambiano messaggi passionali ed infine surreale il terzo racconto. Un re in ascolto. Un re costretto giorno e notte assiso al suo trono con la sola compagnia dei rumori che provengono dall'interno e all'esterno del castello. Chissà come Calvino avrebbe raccontato la vista e il tatto, ma purtroppo non fece in tempo a raccontarli. voto 3 percò incompleto ma il racconto Sotto il sole del giaguaro merita di più.

Leggi la recensione

07/02/2019 - sofia
utente
Interessante conoscere Italo Calvino: Figlio di due scienziati (il padre è agronomo, la madre biologa) nasce a Cuba dove i genitori dirigevano l'orto botanico di Santiago de las Casas, vicino a L'Avana. Tornata in Italia la famiglia, a Sanremo, frequenta le scuole nella città ligure e, terminato il liceo si iscrive ad Agraria, ma interrompe l'Università per evitare l'arruolamento forzato e dopo l'8 settembre si unisce alle brigate partigiane nella Brigata Garibaldi. Nel 1944 entra nel Pci e alla fine della guerra ne diventa militante attivo e Quadro. Si iscrive e si laurea alla facoltà di lettere di Torino e nel frattempo inizia a collaborare a riviste (fondamentale il rapporto con il Politecnico di Vittorini) e quotidiani. Entra a lavorare all'Einaudi e nel 1950 ne viene assunto definitivamente come redattore. Iniziano i questi anni le prime uscite dei suoi romanzi, tutti accolti con grande stima dalla critica internazionale. Nel 1964 sposa all'Avana Esther Judith Singer e l'anno successivo nasce la figlia Giovanna. L'anno successivo alla morte di Vittorini, cioè nel 1966, si trasferisce a Parigi con la famiglia. Inizia poi a collaborare con il Corriere della Sera, quindi con La Repubblica su cui scriverà fino al 1984. Nel 1978 muore la madre a 92 anni. Nel 1980 una raccolta dei suoi Saggi più importanti viene pubblicata con il titolo di Una Pietra Sopra e nello stesso anno si trasferisce a Roma. Nel 1983 pubblica Palomar, una serie di racconti ricchi di “disillusa amarezza” e l’anno dopo presso Garzanti, pubblica Collezione di Sabbia. Nel 1985 poiché invitato a tenere una serie di lezioni a Cambridge alla Haward University, prepara Lezioni Americane che verranno pubblicate postume nel 1988. Colpito il 6 Settembre da ictus, muore a Castiglione di Pescaia nella notte fra il 18 e il 19. Tra le sue opere principali troviamo Il visconte dimezzato, Il barone rampante, Il cavaliere inesistente, Le città invisibili, Se una notte d'inverno un viaggiatore. Di che cosa parla Sotto il sole giaguaro: Così ci presenta il libro: «Un libro che sto scrivendo parla dei cinque sensi, per dimostrare che l'uomo contemporaneo ne ha perso l'uso. Il mio problema scrivendo questo libro è che il mio olfatto non è molto sviluppato, manco d'attenzione auditiva, non sono un buongustaio, la mia sensibilità tattile è approssimativa, e sono miope. Per ognuno dei cinque sensi devo fare uno sforzo che mi permetta di padroneggiare una gamma di sensazioni e sfumature. Non so se ci riuscirò, ma in questo caso come negli altri il mio scopo non è tanto quello di fare un libro quanto quello di cambiare me stesso, scopo che penso dovrebbe essere quello d'ogni impresa umana. Voi potete obiettare che preferite i libri che convogliano una vera esperienza, posseduta fino in fondo. Ebbene, anch'io. Ma nella mia esperienza la spinta a scrivere è sempre legata alla mancanza di qualcosa che si vorrebbe conoscere e possedere, qualcosa che ci sfugge.» (Italo Calvino) Ed ecco il mio pensiero:“Ecco, ero insipido, pensai, e la cucina messicana con tutta la sua audacia e fantasia era necessaria perché Olivia potesse cibarsi di me con soddisfazione, i sapori più accesi erano il complemento, anzi il mezzo di comunicazione indispensabile come un altoparlante che amplifica i suoni perché Olivia potesse nutrirsi della mia sostanza. «Può darsi che io ti sembri insipido», protestai,«ma ci sono gamme di sapori più discrete e contenute di quelle dei peperoncini, ci sono aromi sottili che bisogna saper cogliere!». «L cucina è l’arte di dar rilievo ai sapori con altri sapori». replicò Olivia, «ma se la materia prima è scipita, nessun condimento può rialzare un sapore che non c’è».[...] Discesi, risalii alla luce del sole-giaguaro, nel mare di linfa verde delle foglie. Il mondo vorticò, precipitavo sgozzato dal coltello del re-sacerdote giù dagli alti gradini sulla selva di turisti con le cineprese e gli usurpati sombreros a larghe tese, l’energia solare scorreva per reti fittissime di sangue e clorofilla, io vivevo e morivo in tutte le fibre di ciò che viene masticato e digerito e in tutte le fibre che s’appropriano del sole mangiando e digerendo. Sotto la pergola di paglia di un ristorante in riva a un fiume, dove Olivia m’aveva atteso, i nostri denti presero a muoversi lentamente con pari ritmo e i nostri sguardi si fissarono l’uno nell’altro con un’intensità di serpenti. Serpenti immedesimati nello spasmo d’inghiottirci a vicenda, coscienti d’essere a nostra volta inghiottiti dal serpente che tutti ci digerisce e assimila incessantemente nel processo d’ingestione e digestione del cannibalismo universale che impronta di sé ogni rapporto amoroso e annulla i confini tra i nostri corpi e la sopa de frijoles, lo huacinango a la veracruzana, le enchiladas….”.Sotto il sole giaguaro di Italo Calvino E' il secondo racconto e , per me, il più bello. Sarà che il gusto è sicuramente il più facile dei cinque sensi. Nel primo racconto in cui si narra l'olfatto il protagonista cerca una donna della quale conosce solo il profumo cosa abbastanza improbabile se, come dicono, ogni profumo può cambiare su ognuno e diventare diverso.Il titolo“Il nome, il naso”. Il racconto che darà nome al piccolo libro sotto il sole del giaguaro è praticamente un resoconto di un viaggio di una coppia in Messico che attraverso il cibo si scambiano messaggi passionali ed infine surreale il terzo racconto. Un re in ascolto. Un re costretto giorno e notte assiso al suo trono con la sola compagnia dei rumori che provengono dall'interno e all'esterno del castello. Chissà come Calvino avrebbe raccontato la vista e il tatto, ma purtroppo non fece in tempo a raccontarli. voto 3 percò incompleto ma il racconto Sotto il sole del giaguaro merita di più.

Leggi la recensione

Immagine non disponibile

Marcovaldo, ovvero le stagioni in città

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il barone rampante

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il visconte dimezzato

Vai al libro

Immagine non disponibile

Gli amori difficili

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il sentiero dei nidi di ragno

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il castello dei destini incrociati

Vai al libro

Immagine non disponibile

Fiabe italiane

Vai al libro

Immagine non disponibile

Le cosmicomiche

Vai al libro

Immagine non disponibile

Se una notte d'inverno un viaggiatore

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il cavaliere inesistente

Vai al libro

Immagine non disponibile

Lezioni americane

Vai al libro

Immagine non disponibile

I nostri antenati

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il barone rampante

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il barone rampante

Vai al libro

Immagine non disponibile

Fiabe italiane

Vai al libro

Immagine non disponibile

Romanzi e racconti - vol. III

Vai al libro

Immagine non disponibile

Romanzi e racconti - Vol. II

Vai al libro

Immagine non disponibile

La giornata di uno scrutatore

Vai al libro

Immagine non disponibile

Marcovaldo ovvero Le stagioni in città

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il castello dei destini incrociati

Vai al libro

Immagine non disponibile

Ultimo viene il corvo

Vai al libro

Immagine non disponibile

Ti con zero

Vai al libro

Immagine non disponibile

La speculazione edilizia

Vai al libro

Immagine non disponibile

La nuvola di smog - La formica argentina

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il visconte dimezzato

Vai al libro

Immagine non disponibile

Se una notte d'inverno un viaggiatore

Vai al libro

Immagine non disponibile

Palomar

Vai al libro

Immagine non disponibile

Lezioni americane

Vai al libro

Immagine non disponibile

La speculazione edilizia

Vai al libro

Immagine non disponibile

Palomar

Vai al libro

Immagine non disponibile

Sotto il sole giaguaro

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il sentiero dei nidi di ragno

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il visconte dimezzato

Vai al libro

Immagine non disponibile

Se una notte d'inverno un viaggiatore

Vai al libro

Immagine non disponibile

I racconti

Vai al libro

Immagine non disponibile

I nostri antenati

Vai al libro

Immagine non disponibile

Le città invisibili

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il cavaliere inesistente

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il barone rampante

Vai al libro

Immagine non disponibile

Se una notte d'inverno un viaggiatore

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il cavaliere inesistente

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il barone rampante

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il visconte dimezzato

Vai al libro

Immagine non disponibile

Le città invisibili

Vai al libro

Immagine non disponibile

Le Cosmicomiche

Vai al libro

Immagine non disponibile

Marcovaldo

Vai al libro

Immagine non disponibile

Le Cosmicomiche

Vai al libro

Immagine non disponibile

Le Città Invisibili

Vai al libro

Immagine non disponibile

Gli amori difficili

Vai al libro

Immagine non disponibile

Palomar

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il visconte dimezzato

Vai al libro

Immagine non disponibile

Italo Calvino racconta l'Orlando furioso

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il barone rampante

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il barone rampante

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il visconte dimezzato

Vai al libro

Immagine non disponibile

Perché leggere i classici

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il visconte dimezzato

Vai al libro

Immagine non disponibile

The Baron in the Trees

Vai al libro

Immagine non disponibile

Sotto il sole giaguaro

Vai al libro