L'uomo di neve
  • 9788838468865
  • Piemme
  • 2010

L'uomo di neve

di Jo Nesbo

La città di Oslo è avvolta nel buio e i primi fiocchi di neve cadono leggeri imbiancando le strade. Birte Becker è appena tornata a casa dal lavoro quando, fuori dalla propria finestra, nota un pupazzo di neve che sembra scrutarla. Poche ore dopo, Birte scompare senza lasciare traccia. Unico indizio, un pupazzo di neve avvolto nella sciarpa della donna, all'interno del quale viene ritrovato anche il suo cellulare. Il commissario Harry Hole, chiamato per indagare sulla misteriosa scomparsa, si getta a capofitto nel caso per sfuggire ai fantasmi che lo perseguitano giorno e notte e alla notizia che lo ha gettato nel baratro dopo mesi di astinenza dall'alcol e di buona condotta: Rakel, l'unica donna che abbia mai amato, sta per sposarsi. Appena inizia a indagare sulla scomparsa della Becker, Harry si rende conto che il caso ha moltissime somiglianze con altre sparizioni misteriose avvenute a Oslo negli ultimi vent'anni. La procedura è sempre la stessa: una donna, sposata con figli, scompare nel nulla, nella notte in cui sulla città cade la prima neve. Hole è l'unico che può avvicinarsi alla verità, perché il male, subito e inferto, lo conosce molto da vicino e può calarsi pienamente nella testa del serial killer. La scoperta, però, sarà più amara e sconcertante del previsto, perché la mano in grado di perpetrare quegli orrendi crimini è molto più vicina di quanto Harry si sarebbe mai immaginato. Fonte http://www.ibs.it/code/9788838468865/nesb--jo/uomo-neve.html


Acquista su Amazon.it
Acquista su ibs.it

Commenti (4)

31/01/2012 - brontolo
utente
Settimo libro con protagonista Harry Hole, poliziotto sempre sull'orlo del baratro, problematico, con problemi di alcool e dai metodi poco ortodossi. La trama è complessa, piena di personaggi , storie che si intrecciano ,misteri che sembrano chiarirsi per poi infittirsi di nuovo...il finale è molto cinematografico ,da film d'azione...forse anche un poco esagerato.. Il ritmo rimane sempre alto, Nesbo cerca di mantenere le tensione con continui cambi di scenari e colpi di scena...solo che.....solo che..... non mi è piaciuto come i precedenti! Ora mi trovo nella difficile posizione di non poter spiegare perchè ,altrimenti rischio lo spoiler.....diciamo che il colpevole è molto e troppo precocemente intuibile e quindi poi è difficile mantenere l'entusiasmo per oltre 500 pagine..peccato Per questo non so quante stelle dare dire 3/4

Leggi la recensione

21/02/2012 - sofia
utente
Per un lettore di thriller la cosa principale ,oltre naturalmente la suspence ingrediente principale in questo genere,è l'intreccio e direi che Jo Nesbo sa creare intrecci incredibili. In questo romanzo della serie di Harry Hole ,il poliziotto alcolista pieno di problemi ma magistrale detective,Nesbo supera se stesso.Il titolo è molto appropriato per un thriller del nord: L'uomo di neve e naturalmente si svolge in inverno.Così verrà chiamato il serial killer che uccide in modo efferato donne sposate e con figli.Sulla scena del delitto compare sempre un pupazzo di neve simbolo per il killer? Lo sapremo leggendo questo ottimo thriller dove come sempre la lotta sarà tra il fantomatico "uomo di neve" ed Harry Hole che rischierà di morire. La mia prossima lettura di Nesbo sarà Il leopardo, ma senza tema di smentite direi che L'uomo di neve è sicuramente il migliore della serie.Quando si pensa che la tensione sia superata in questo thriller avviene un episodio che ci tiene ancora più in sospeso tanto che , da parte mia, a volte ho dovuto interrompere la lettura per decantare l'ansia.Certo non ottima lettura per chi non ama la suspence, ma chi è appassionato come me di thriller troverà pane per i suoi denti ( si fa per dire..). Consigliato a chi ama il genere!

Leggi la recensione

07/05/2012 - Anthyria
utente
Ho letto "L'uomo di neve", dopo essermi letteralmente innamorata di Jo Nesbo ed Harry Hole ne "Il leopardo". Per questo motivo, e per l'alta aspettativa che mi ha spinto ad acquistare il prequel, temevo la delusione che di solito accompagna il "n.2". Ma devo ammettere che ancora una volta la narrazione mi ha conquistata, ed ho ritrovato con piacere un personaggio, che ha mostrato nuove e più complesse sfaccettature, accompagnandomi nella lettura e nell'atmosfera del libro. Harry Hole appare, giustamente, meno ruvido e disilluso che non ne "Il leopardo", ma resta comunque il grande investigatore capace di scovare serial killer in un paese dove sembra impossibile anche soltanto ipotizzarne la presenza. I colpi di scena si susseguono, e anche se l'identità dell'assassino appare chiara ben prima della conclusione del libro, la tensione comunque non si allenta, tenuta alta da una narrazione sempre in cerca di nuovi spunti inaspettati, che lasciano intuire la grande abilità dell'autore. Per gli amanti del genere è assolutamente un libro da leggere, magari prima del grandioso sequel, mantenendo così il naturale evolversi cronologico.

Leggi la recensione

11/12/2017 - palmaleona
utente
In questo settimo libro della saga di Harry Hole i colpi di scena ed i capovolgimenti di fronte la fanno da padroni. Mai come in questo romanzo fino alle ultime pagine non è chiaro chi sia lo spietato serial killer soprannominato l'uomo di neve e questo fa si che il lettore sia trasportato su e giù su una vorticosa altalena di dubbi, risposte e domande. Il ritmo della narrazione è incalzante e veloce, il libro si legge tutto d'un fiato fino al finale che comunque, lascia al lettore altri dubbi sulla sorte del protagonista sempre in conflitto con se stesso. Da leggere senza dubbio.

Leggi la recensione