Bookville.it - La città del libro e dei lettori

Ultimi libri aggiunti


Guarda tutte le novità

Ultimi libri commentati


14/10/2014 - fra_paga
Immagine non disponibile

Il mistero delle croci egizie , recensito da fra_paga su Bookville.it

Brutto. Stilisticamente il classico giallo dove la vicenda è più importante dell'estro letterario. La trama è però confusa e spesso ripetitiva; l'autore sembra perdersi nelle sue stesse parole e ripropone troppo spesso un concetto già espresso come per voler dare al lettore la capacità di risolvere il mistero da solo. Un tentativo nemmeno molto velato, tanto che prima della soluzione finale è lui stesso a sfidare il lettore sottolineando che gli indizi per scoprire l'assassino ci sono tutti. Ma la conclusione finale risulta ancor più contorta e macchinosa del romanzo stesso. Racconto da dimenticare. Voto 4.5.

Leggi la recensione

13/10/2014 - Matik2003
Immagine non disponibile

Ho il tuo numero, recensito da Matik2003 su Bookville.it

"A volte,però,bisogna osare. A volte bisogna mostrare alla gente quali sono le cose importanti della vita. E io ho la netta e profonda sensazione di aver fatto la cosa giusta. Magari non la più semplice,ma quella giusta." Ogni tanto, dopo tante letture che mi sembrano per me complesse, ho bisogno di un libro del genere, divertente, semplice, che racconta una favola dei giorni nostri. Una storia con happy-end finale, dove la protagonista è la solita ragazza alla quale immancabilmente succedono guai e imprevisti, situazioni imbarazzanti e comiche, dalle quali conoscerà l'uomo che cambierà il suo destino e che alla fine, dopo mille peripezie, si innamorerà di lei e l'amore trionferà! La lettura è un bellissimo passatempo, in questo caso è anche spiritosa e dilettevole!

Leggi la recensione

11/10/2014 - psartiano
Immagine non disponibile

Un'estate in Grecia, recensito da psartiano su Bookville.it

Un giornalista decide di passare la propria estate in Grecia per vedere con i propri occhi se la crisi è davvero così come ci viene presentata. Si trova di fronte ad un mondo che non viene testimoniato dai media, un mondo che non accetta l'Europa e le sue regole, un mondo che vive ancora all'ombra del suo grande passato. In Grecia c'è una resistenza sotterranea, incurante dei dettami di Bruxelles, che vive di alternative e di un ritorno alla coltivazione della terra e ai lavori più umili ma che restituiscono all'uomo la sua dignità. Da leggere

Leggi la recensione

10/10/2014 - danielajap
Immagine non disponibile

Il Duca, recensito da danielajap su Bookville.it

Scritto bene, ottima documentazione, è comunque un romanzo e non una biografia completa.

Leggi la recensione

10/10/2014 - francy
Immagine non disponibile

Sherlock Holmes, Il segno dei quattro, recensito da francy su Bookville.it

Che meravigliosa avventura! speravo non finisse mai...un racconto dal ritmo incalzante e coinvolgente, che lascia col fiato sospeso dalla prima all'ultima pagina. Che dire del grande Sherlock Holmes.. è un personaggio unico e irripetibile, con le sue infinite intuizioni e deduzioni!

Leggi la recensione

09/10/2014 - psartiano
Immagine non disponibile

Gallicianò. Acropoli della Magna Grecia, recensito da psartiano su Bookville.it

Un'ottima guida sul bellissimo borgo calabrese di origine ellenofona. Oggi si cerca di salvaguardare quel che rimane della cultura greca e principalmente la lingua grecanica parlata ancora dagli abitanti di Gallicianò.

Leggi la recensione

05/10/2014 - francy
Immagine non disponibile

I mille volti del terrore, recensito da francy su Bookville.it

Ennesima antologia horror uscita negli Stati Uniti nel 1978, raccoglie quattordici racconti scritti, tra il 1976 e il 1978. Alcuni trattano di racconti dell'orrore veri e propri altri invece utilizzano l'horror come metafora per parlare dei disguidi familiari o di malesseri che coinvolgono l'intera società. Tra questi racconti spiccano quelli di Stephen King e David Compton subito seguiti, in termine di valore, da quelli di Russell Kirk e Charles L. Grant.

Leggi la recensione

04/10/2014 - francy
Immagine non disponibile

Le più belle storie di gatti, recensito da francy su Bookville.it

Questo libro è davvero delizioso, l'ho letto velocemente e con grande piacere. Le storie che contiene sono delicate, simpatiche, appassionanti e alcune anche tristi; ma comunque tutte meravigliose e scritte da i migliori autori del passato. Inoltre alla fine del testo ci sono anche alcune poesie. Per gli amanti di questo splendido felino è una chicca da non perdere.

Leggi la recensione

02/10/2014 - Matik2003
Immagine non disponibile

In una rete di fiori di loto., recensito da Matik2003 su Bookville.it

"I draghi generano draghi, le fenici generano fenici e le talpe generano figli bravi a scavare buche." Due ragazzi, uno di origine americana e uno di origine cinese, vengono ritrovati morti, uno in Cina e l'altro su una nave carica di immigrati illegali cinesi attraccata al porto di Los Angeles, Hulan Liu ed il procuratore David Stark sono chiamati ad investigare su questo caso che coinvolge due potenze politiche la Cina e gli Usa. Una storia che non ci porterà solo a scoprire chi è il colpevole degli omicidi, la scrittrice ci farà scoprire un mondo lontano da noi quello della Cina, dove un popolo intero ha subito la legge imposta da Mao, una politica comunista, dove chi infrangeva le regole dettate dal generale, subiva immediata condanna e trovava la morte, un popolo continuamente spiato, senza libertà d'azione, un paese povero e arretrato, comandato solo da pochi: ricchi divenuti tali molto spesso con inganni, azioni illegali e traffici illeciti. "Mao diceva che dovevamo estirpare i quattro principi tradizionali: idee, cultura, usanze, abitudini, e fu come se la città fosse investita da un uragano. Il popolo decise, che ai semafori, il rosso indicava avanti e il verde stop, e si vedevano incidenti ad ogni angolo di strada. Per secoli le donne cinesi erano state orgogliose della lunghezza dei loro capelli, e ora invece le Guardie Rosse imperversano per le strade, fermando le passanti a caso per tagliare loro i capelli. Decisero di cambiare nome a tutto, strade, persone, scuole, ristoranti, battezzandoli con nomi che contenevano sempre la parola hong, rosso." In questa realtà i nostri eroi dovranno dipanare il filo della verità, che porterà ad un colpevole inatteso, non mancherà neppure la storia d'amore e avremo la conferma che chi ha già potere e ricchezza non si accontenta mai e ne vuole ancora e sempre di più, calpestando tutto e tutti pur di ottenere ancora più gloria e onore, infrangendo ogni legge e regola e persino uccidendo. "Il nostro condottiero supremo (Mao) insegna che essere ricchi significa essere gloriosi."

Leggi la recensione

02/10/2014 - psartiano
Immagine non disponibile

L'urlo di Reggio. Un progetto per la rinascita della città, recensito da psartiano su Bookville.it

Un libro straordinario che tutti i reggini dovrebbero leggere per poter votare con cognizione di causa. L'autore, Paolo Bolano, parte dalla Storia della nostra città per capire le cause della situazione che oggi siamo costretti a vivere. Purtroppo la nostra terra è stata a lungo la terra dei Baroni mentre la maggior parte della popolazione erano contadini. Lo sfruttamento dei cittadini è quindi una caratteristica intrinseca di Reggio che le poche volte che è riuscita a ribellarsi ha dovuto subire le ingiustizie locali e nazionali che favorivano i grandi poteri. Le rivolte sono state sempre represse nel sangue. Il reggino non ha saputo neanche riconoscere i vantaggi della Rivoluzione francese quando si tentò di eliminare il sistema feudale. I baroni riuscirono facilmente ad aizzare i contadini contro i liberatori francesi..I cittadini difendevano la loro schiavitù. Oggi le cose non sono cambiate di molto, ci sono i politici che pensano ai propri affari comprando i voti in cambio di una promessa di lavoro. A Reggio manca una larga borghesia intellettuale in grado di sviluppare un sistema sociale e culturale in grado di produrre imprenditoria e quindi lavoro per tutti. Purtroppo si pensa ancora che è necessario rivolgersi al politico di turno per poter sfamare la propria famiglia. Non si è tutelati nè dallo stato nè dalla propria classe politica. Paolo Bolano propone un progetto di rinascita per la città che parta dalla Cultura, dai servizi essenziali per la città come la raccolta differenziata che creerebbe molti posti di lavoro, dalla creazione di un laboratorio cultura, una sorta di Cinecittà 2 in cui i reggini riscoprano le loro antiche origine tornando a produrre cultura come ai tempi della Magna Grecia: prodotti teatrali e cinematografici da esportare e vendere nel mondo. La cultura del bergamotto deve essere valorizzata producendo un profumo Reggio (è impensabile che l'essenza prodotta qui da noi mantenga la Francia)...Un libro che va assolutamente letto.

Leggi la recensione