Valzer con Bashir. Una storia di guerra, recensito da sofia su Bookville.it

Notizie sugli autori: Ari Folman nasce il 17 dicembre 1962 ad Haifa da una famiglia di ebrei polacchi sopravvissuti al campo di concentramento di Auschwitz durante l'Olocausto. Agli inizi degli anni ottanta, all'età di 19 anni, ha prestato servizio nell'esercito israeliano, partecipando alla guerra in Libano ed assistendo in prima persona all'eccidio dei campi profughi di Sabra e Shatila nel settembre 1982. Ari Folman Esordisce nel 1996 con il film Clara Hakedosha, vincendo svariati premi, successivamente dirige Made in Israel. Ha lavorato anche per la televisione israeliana, collaborando alla sceneggiatura della serie televisiva BeTipul, sotto lo pseudonimo di Asaf Zippor. Riceve l'attenzione internazionale e gli elogi della critica grazie al film d'animazione Valzer con Bashir, presentato al Festival di Cannes 2008, vincitore del Golden Globe per il miglior film straniero e nominato all'Oscar per il miglior film straniero nel 2009.Attualmente vive a Tel Aviv con la moglie Anat Asulin, anche lei regista.https://it.wikipedia.org/wiki/Ari_Folman David Polonsky Nasce a Kiev un Ucraina nel 1973Illustratore e fumettista premiato in varie occasioni. Celebre per aver disegnato in fumetto il film di Ari Folman Un valzer con Bashir. Successivamente sempre collaborando con Folman disegnerà Il diario di Anna Frank Descrizione:Beirut, 14 settembre 1982: il comandante capo delle Forze Libanesi Gemayel Bashir perde la vita in un attentato a opera di gruppi terroristi palestinesi. Due giorni dopo, i campi profughi di Sabra e Chatila vengono presi d'assalto dai più fanatici seguaci di Bashir, i falangisti cristiani, che vendicano la morte del proprio idolo trucidando centinaia di inermi palestinesi, tra cui donne, vecchi, bambini. Ari Folman è un giovanissimo soldato dell'esercito israeliano, e il suo posto è tra i cerchi concentrici di militari che circondano il luogo della carneficina. Forse i razzi che hanno illuminato a giorno la ferocia dei falangisti sono partiti anche dalla sua postazione, ma lui non sa dirlo: vent'anni dopo nella sua testa non è rimasto un solo ricordo, né della notte del massacro, né dei combattimenti che l'hanno preceduta. Sarà l'incubo ricorrente di un amico a spingerlo verso i racconti e le testimonianze dei protagonisti dell'epoca, nel doloroso tentativo di riportare in vita la memoria di quei giorni terribili. "Valzer con Bashir" è il resoconto profondo e sofferto - ma non per questo meno lucido - di uno dei momenti più atroci della nostra storia, il risultato di un approccio delicato, originale, alle assurdità della guerra.https://www.ibs.it/valzer-con-bashir-storia-di-libro-ari-folman-david-polonsky/e/9788817029124 Cosa ne penso io: Non amo molto le Graphic novel cme vengono adesso chiamati i fumetti, però Valzer con Bashir ha sicuramente una marcia in più forse perchè ricavato dal film omonimo. La strage di Sabra e Chatila ha colpito non solo per la ferocia con cui è stata perpretata, ma anche perchè a eseguire questo eccidio ,che non ha risparmiato donne e bambini, è stato fatto , in seguito all'uccisione di Bashir(capo delle forze armate libanesi), dai suoi seguaci che si professano "cristiani" come vendetta. Le immagini riescono a dare l'orrore della strage e, nonostante le poche pagine, alla fine si viene colti dalla condivisione di quell'orrore. Lo consiglio anche a chi non ama i fumetti e le storie di guerra. Lo dobbiamo a tutti quei morti innocenti per ricordarli sempre.

Ricordati che questa è l'opinione di un lettore e non rappresenta una recensione ufficiale del libro.

Di questo autore

2009
Immagine non disponibile

Valzer con Bashir. Una storia di guerra

Vai al libro