La meraviglia della vita
  • 9788854506077
  • Neri Pozza
  • 2013

La meraviglia della vita

di Michael Kumpfmüller

È l'estate del 1923 quando Franz Kafka raggiunge sua sorella Elli a Miiritz, una piccola stazione balneare sul Baltico. È molto malato, la tubercolosi lo ha costretto a trascorrere settimane a letto durante l'inverno. Elli spera che in quella residenza sul mare chiamata "Alla salute" Franz riesca a riprendersi un poco. Il Dottore - così lo chiamano nella casa - è felice di avere una stanza tutta sua, lontano da sanatori e luoghi di cura che gli procurano ormai soltanto nausea. Si sveglia dopo oltre otto ore di sonno e si siede un po' sul balcone ad ascoltare le voci dei bambini che giocano davanti alla casa vicina. Sono piccoli ebrei dell'Est, di una colonia proveniente da Berlino. Una mattina, mentre è intento a osservarli, allegri e vocianti attorno a un lungo tavolo, nota per la prima volta Dora Diamant, una giovane di non più di venticinque anni che sussurra qualcosa ai ragazzi in yiddish. Uno sguardo fugace, che si trasforma però in incanto quando la rivede nelle cucine della colonia, intenta a pulire il pesce con le sue mani delicate. Nei giorni successivi la reincontrerà sulla spiaggia. Si siederà con lei a contemplare il mare e si sentirà come dentro una campana che inghiotte qualsiasi rumore... Un'opera sull'ultimo grande amore di Kafka, sulla passione che lo spinse a rompere con Praga, la famiglia, la solitudine e a stabilirsi nella Berlino antisemita del tempo per sognare di raggiungere la Palestina in compagnia di una giovane ebrea dell'Est.https://www.ibs.it/meraviglia-della-vita-libro-michael-kumpfmuller/e/9788854506077


Acquista su Amazon.it
Acquista su ibs.it

Commenti (1)

19/02/2019 - sofia
utente
Conosciamo l'autore:MICHAEL KUMPFMÜLLER cresciuto a Unterschleißheim, vicino a Monaco di Baviera, vive a Berlino. In occasione delle elezioni federali tedesche del 2005, Kumpfmüller è diventato membro di una iniziativa civile creata da Günter Grass a supporto della coalizione tra Social Democratici e Verdi. È sposato con la scrittrice Eva Menasse. Autore dei romanzi Durst e Hampels Fluchten, è giornalista freelance per le testate tedesche Die Zeit, Süddeutsche Zeitung e Frankfurter Rundschau. In Italia Neri Pozza ha pubblicato nel 2013 il suo romanzo La meraviglia della vita (Die Herrlichkeit des Lebens) che narra la storia d'amore tra Franz Kafka e Dora Diamant.https://www.ibs.it/libri/autori/Michael%20Kumpfm%C3%BCller Parla di:«Uno stupefacente libro sull'ultimo amore di Franz Kafka, magico e impeccabile nei dettagli perché non inventa ma evoca una struggente storia vera.» - Neue Zürcher Zeitung «Romanzo tragico notevole, La meraviglia della vita ci mostra Franz Kafka sotto una luce inconsueta... come un uomo in pace con se stesso e appagato.» - FAZ «Il sentimento della fine e la gioia infinita dell'amore in un'unica grande storia.» - Türinger Landeszeitung È l'estate del 1923 quando Franz Kafka raggiunge sua sorella Elli a Miiritz, una piccola stazione balneare sul Baltico. È molto malato, la tubercolosi lo ha costretto a trascorrere settimane a letto durante l'inverno. Elli spera che in quella residenza sul mare chiamata "Alla salute" Franz riesca a riprendersi un poco. Il Dottore - così lo chiamano nella casa - è felice di avere una stanza tutta sua, lontano da sanatori e luoghi di cura che gli procurano ormai soltanto nausea. Si sveglia dopo oltre otto ore di sonno e si siede un po' sul balcone ad ascoltare le voci dei bambini che giocano davanti alla casa vicina. Sono piccoli ebrei dell'Est, di una colonia proveniente da Berlino. Una mattina, mentre è intento a osservarli, allegri e vocianti attorno a un lungo tavolo, nota per la prima volta Dora Diamant, una giovane di non più di venticinque anni che sussurra qualcosa ai ragazzi in yiddish. Uno sguardo fugace, che si trasforma però in incanto quando la rivede nelle cucine della colonia, intenta a pulire il pesce con le sue mani delicate. Nei giorni successivi la reincontrerà sulla spiaggia. Si siederà con lei a contemplare il mare e si sentirà come dentro una campana che inghiotte qualsiasi rumore... Un'opera sull'ultimo grande amore di Kafka, sulla passione che lo spinse a rompere con Praga, la famiglia, la solitudine e a stabilirsi nella Berlino antisemita del tempo per sognare di raggiungere la Palestina in compagnia di una giovane ebrea dell'Est.Le mie impressioni:Storia di un grande amore di un grande scrittore come Kafka.E' un libro tenero, ma non sdolcinato.Assieme all'autore riviviamo le sensazioni dell'innamoramento e dei progetti che si bisbigliano gli innamorati.Kafka è ammalato, ma l'incontro con Dora Diamant, complice il mare, darà un ultimo sprazzo di vigore allo scrittore. Non era un libro facile da scrivere si poteva cadere in un esagerato sentimentalismo o in una indifferente biografia degli ultimi giorni di Kafka, invece , pur essendo una storia commovente, non la si vive con l'angoscia di una fine che attende lo scrittore, ma con la speranza di un suo futuro con la donna che ama. Consiglio la lettura!

Leggi la recensione