Il padre infedele
  • 9788845274091
  • Bompiani
  • 2013

Il padre infedele

di Antonio Scurati

Finalista Premio Strega 2014 "Forse non mi piacciono gli uomini." Il giorno in cui tua moglie, all'improvviso, scoppia a piangere in cucina, è una piccola apocalisse. Uno di quei giorni in cui la tua vita va in frantumi ma giunge, anche, per un attimo, a dire se stessa. E allora Glauco Revelli, chef di un ristorante blasonato, maschio di quaranta anni, padre di una figlia di tre, va alla ricerca della propria verità di uomo. Dall'ingresso nell'età adulta, l'innamoramento, la costruzione di una famiglia, la nascita e l'accudimento di una figlia, fino al disamore della moglie (che gli si nega dal momento del parto) e al ritorno feroce degli insaziabili demoni del sesso, tutto è passato in rassegna dal suo sguardo implacabile e commosso. Con "Il padre infedele" Antonio Scurati scrive il suo libro più personale, infiammato dal tono accorato della confessione e, al tempo stesso, il romanzo dell'educazione sentimentale di una generazione. Fonte http://www.ibs.it/code/9788845274091/Scurati-Antonio/Il-padre-infedele.html


Acquista su Amazon.it
Acquista su ibs.it

Commenti (2)

09/05/2014 - sofia
utente
Finalista al Premio Strega 2014 Il padre infedele di Antonio Scurati è un libro che narra le paranoie di una coppia moderna. Il suo protagonista Glauco Revelli dopo la laurea in filosofia decide che il suo destino è diventare chef e lo fa nel ristorante del padre.Si sposa ed ha una figlia. Dal parto la moglie interrompe i rapporti con lui. Tutto il libro parla del suo voler vivere normalmente una vita come gli altri cosa che ormai non gli è possibile se non cercando incontri occasionali per sfogare i suoi istinti. Pur essendo scritto bene quindi non posso dire nulla sullo stile dello scrittore la trama pecca di coinvolgimento emotivo da parte del lettore. Per fortuna il libro è breve e si fa presto a leggerlo ma non mi sento di consigliarlo.

Leggi la recensione

19/11/2014 - simona72
utente
Interessante l'analisi dal punto di vista maschile della crisi coniugale e della paternità. Il linguaggio molto ricercato all'inizio affascina ma andando avanti nella lettura la rende faticosa e noiosa. Mi aspettavo un po' di più da uno dei finalisti al premio Strega.

Leggi la recensione

Immagine non disponibile

Il sopravvissuto

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il bambino che sognava la fine del mondo

Vai al libro

Immagine non disponibile

Una storia romantica

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il rumore sordo della battaglia

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il sopravvissuto

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il padre infedele

Vai al libro

Immagine non disponibile

Il tempo migliore della nostra vita

Vai al libro

Immagine non disponibile

M. Il figlio del secolo

Vai al libro