Blonde
  • 9788845251986
  • Bompiani
  • 01/01/2002

Blonde

di Joyce C. Oates

Marilyn Monroe, la sua vita e il suo mito, raccontati in un romanzo che dà voce a una donna che ha incarnato l'unico vero Mito del Ventesimo secolo. L'infanzia negata, l'adolescenza turbolenta, il successo, la fama, gli amori infelici, l'impossibile desiderio di maternità, gli antidepressivi, la solitudine disperata e vitale di una donna che è rimasta vittima del suo stesso sogno: quello di essere amata. Joyce Carol Oates riscrive la vita di Marilyn Monroe e ne fa un romanzo di fantasia, in cui le molte vite e le mille contraddizioni di un'icona contemporanea si fondono e si confondono insieme, in una foto composta da mille tasselli, un'immagine sempre imprendibile eppure eternamente fissata nell'incorruttibile istantanea del Mito.https://www.ibs.it/blonde-libro-joyce-carol-oates/e/9788845251986


Acquista su Amazon.it
Acquista su ibs.it

Commenti (1)

12/03/2019 - sofia
utente
cosa sappiamo dell'autrice JOYCE CAROL OATES Tra le figure più rilevanti della narrativa americana contemporanea - è stata indicata, tra l'altro, come una dei favoriti per l'assegnazione al Premio Nobel della Letteratura -, è anche una delle più prolifiche. Nata nello stato di New York nel 1938, è da anni residente a Princeton, presso la cui università ha insegnato scrittura creativa dal 1977 al 2014. Fa parte della prestigiosa American Academy of Arts and Letters. Nella sua opera narrativa esplora le residue potenzialità del realismo sociale e del genere «neogotico». Dal Giardino delle delizie (A garden of earthly delights, 1966), nel quale mappa di un eden sfigurato dalla violenza, a Quelli (1969), che proietta vite ed esperienze femminili sul fondale ...Leggi di più https://www.ibs.it/libri/autori/Joyce%20Carol%20Oates Di che cosa parla Blonde: Marilyn Monroe, la sua vita e il suo mito, raccontati in un romanzo che dà voce a una donna che ha incarnato l'unico vero Mito del Ventesimo secolo. L'infanzia negata, l'adolescenza turbolenta, il successo, la fama, gli amori infelici, l'impossibile desiderio di maternità, gli antidepressivi, la solitudine disperata e vitale di una donna che è rimasta vittima del suo stesso sogno: quello di essere amata. Joyce Carol Oates riscrive la vita di Marilyn Monroe e ne fa un romanzo di fantasia, in cui le molte vite e le mille contraddizioni di un'icona contemporanea si fondono e si confondono insieme, in una foto composta da mille tasselli, un'immagine sempre imprendibile eppure eternamente fissata nell'incorruttibile istantanea del Mito. Le mie emozioni e le mie impressioni leggendo questo libro: E' stata una lunga lettura vista la mole, ma indimenticabile. Una volta completata l'amaro in bocca per quello che ho letto, l'emozione di essermi trovata di fronte una grande persona manipolata da tutti.L'autrice sicuramente ha avuto le stesse mie emozioni scrivendo quella che più che una biografia è una storia di una donna sfortunata. La sua prima sfortuna è stata quella di essere bella tanto bella da attirare tutti uomini e donne, ma il male più grande che possa capitare ad una donna bella è quello di incontrare gli uomini.Dalle pagine spicca la ragazzina Norma Jeane, brava a scuola, che scrive poesie, ma che ha la sfortuna di vivere con la madre schizofrenica.Eppure la sua semplicità non ne rimane intaccata se non quando la madre tenta di ucciderla dando il via al peregrinare di affidamenti dato il rifiuto della madre di accettare di darla in adozione.Eppure Norma nn smetterà mai di amare sua madre. Duro è narrare in poche parole un libro così complesso per storia, sensazioni e personaggi che si alterneranno nella vita di Norma che diventerà Marylin Monroe.Sarà una sposa bambina, più tardi convivente di due Gay, poi moglie picchiata da un ex atleta,infine moglie di un noto drammaturgo; sempre e comunque sfruttata e violata.La Oates sposa la tesi che la morte di Marylin sia stata un omicidio e non un suicidio come fu scritto all'epoca.Sullo sfondo il periodo buio del Mackartismo con la caccia alle streghe di comunisti soprattutto nel mondo del cinema, la seconda guerra mondiale precedente e l'impero dei Kennedy.L'America, come nei libri di Roth, non ci fa una bella figura e se adesso ci si meraviglia delle avance di registi del cinema leggete cosa è capiato alla nostra Marylin e capirete molte cose. Vi invito a leggerlo!

Leggi la recensione

Immagine non disponibile

Per cosa ho vissuto

Vai al libro

Immagine non disponibile

Sorella, mio unico amore

Vai al libro

Immagine non disponibile

Una famiglia americana

Vai al libro

Immagine non disponibile

Occhi di tempesta

Vai al libro

Immagine non disponibile

Un giorno ti porterò laggiù

Vai al libro

Immagine non disponibile

La madre che mi manca

Vai al libro

Immagine non disponibile

Ragazze cattive

Vai al libro

Immagine non disponibile

La ragazza tatuata

Vai al libro

Immagine non disponibile

Storia di una vedova

Vai al libro