Mattatoio n. 5
  • 9788807818585
  • Feltrinelli
  • 2005

Mattatoio n. 5

di Vonnegut Kurt

Mattatoio n. 5 o La crociata dei bambini Verso la fine della seconda guerra mondiale Vonnegut, americano di origine tedesca, accorse con tanti altri emigranti in Europa per liberarla dal flagello del nazismo. Fatto prigioniero durante la battaglia delle Ardenne, ebbe la ventura di assistere al bombardamento di Dresda dall'interno di una grotta scavata nella roccia sotto un mattatoio, adibita e deposito di carni. Da questa dura e incancellabile esperienza nacque "Mattatoio n. 5 o La crociata dei bambini", storia semiseria di Billy Pilgrim, americano medio affetto da un disturbo singolare ("ogni tanto, senza alcuna ragione apparente, si metteva a piangere") e in possesso di un segreto inconfessabile: la conoscenza della vera natura del tempo Fonte http://www.ibs.it/code/9788807818585/vonnegut-kurt/mattatoio-crociata-dei.html


Acquista su Amazon.it
Acquista su ibs.it

Commenti (2)

26/08/2011 - sofia
utente
Incipit “Un tedesco americano di quarta generazione, oggi residente in mezzo agli agi di Cape Cod (dov’è fin troppo schiavo dei vizi del fumo), ebbe modo di assistere, molto tempo fa, come soldato di fanteria hors de combat, prigioniero di guerra, al bombardamento di Dresda, in Germania, «la Firenze dell’Elba», e di sopravvivere per narrarne la storia. Questo è un romanzo scritto un po’ nello stile telegrafico e schizofrenico in uso sul pianeta Tralfamadore, da dove vengono i dischi volanti. Pace.” Mattatoio n.5 o La crociata dei bambini di Kurt Vonnegut jr. In questo inizio, una specie di epigrafe apre questo romanzo scritto in tono ironico e brillante dall'autore, Scritto per una sua personale esigenza come afferma essendo stato testimone in prima persona al bombardamento di Dresda dal mattatoio in cui trovò riparo e che ha poi dato il titolo a questo libro. Esigenza di tramandare ai posteri un massacro un raid che nelle ultime fasi della Seconda guerra mondiale rase al suolo la città di Dresda e seppellì tra le sue macerie 135mila uomini tra civili, militari e prigionieri di guerra."Così è la vita" sarà lafrase ricorrente per ricordare i morti.Il protagonista è Billy Pilgrim uno svagato americano che ad un tratto scopre la possibilità di viaggiare nel tempo e nello spazio. In modo sconclusionato attraverserà la storia finendo prigioniero degli alieni transdimensionali di Tralfamadore, dai quali verrà esposto in uno zoo fantascientifico come esemplare maschio della razza umana, un novello Adamo in catene affiancato da una Eva che nella sua vita precedente era un’attrice pornografica.La fantascienza è l'occasione per gridare un inno contro la guerra che ha mandato tanti soldati ancora bambini a morire...e alla fine cosa resta?“Dopo un massacro tutto dovrebbe tacere, e infatti tutto tace, sempre, tranne gli uccelli. E gli uccelli cosa dicono? Tutto quello che c’è da dire su un massacro, cose come puu-tii-uiit?”

Leggi la recensione

07/04/2019 - fra_paga
utente
Sopravvalutatissimo. Icona della consueta (pseudo)cultura del politically correct, un libro che nasce per affrontare temi profondi solcandone, apparentemente, solo gli strati più superficiali. In realtà lo stile (volutamente) frammentario impedisce di addentrarsi all'interno dell'opera; come una sassolino lanciato a rimbalzare sulla superficie dell'acqua, quando finalmente penetra nel profondo, sparisce per sempre. Voto 5.

Leggi la recensione