Bookville.it - La città del libro e dei lettori

Ultimi libri aggiunti


Guarda tutte le novità

Ultimi libri commentati


18/04/2014 - sofia
Immagine non disponibile

I Gillespie, recensito da sofia su Bookville.it

Che lettura ragazzi! I Gillespie di Jane Harris ci precipita nell'Inghilterra vittoriana. La voce narrante è di Harriet Baxter una signorina molto indipendente per l'epoca, che, dopo la morte dell'amata zia, decide di trasferirsi a Glasgow dove si sta svolgendo l'Esposizione Internazionale. Un fortuito incontro con un'anziana signora colta da malore improvviso e soccorsa da Harriet la porterà a fare conoscenza con la famiglia Gillespie. Questa conoscenza cambierà la vita ad Harriet. Il romanzo è talmente avvincente e scritto in modo geniale che non si vorrebbe mai interrompere la lettura. Racchiude un misto di legal thriller, di mistery e di romanzo storico. Le cose non sono però come sembrano Harriet ci conduce narrandoci una storia che alla fine non si rivela veritiera. Bellissima lettura non da raccontare ma da leggere e trarne ognuno le nostre deduzioni. Straconsigliato!

Leggi la recensione

17/04/2014 - sofia
Immagine non disponibile

Una mano piena di nuvole, recensito da sofia su Bookville.it

Il titolo originale del libro esordio di Jenny Wingfield è "The Homecoming of Sam Lake" che in italiano è diventato Una mano piena di nuvole molto probabilmente in onore della indiscussa protagonista del libro una bambina di nome Swann. Descrivere la trama è abbastanza riduttivo e secondo me toglie la sorpresa di trovarsi di fronte ad un capolavoro ben scritto e sicuramente di "atmosfera" . Molte le analogie con il capolavoro Il buio oltre alla siepe. Imperdibile la descrizione dell'amicizia fra Swann e Blade un ragazzino terrorizzato da padre simbolo del male assoluto.Swann salverà Blade ma non del tutto troppa la cattiveria che alberga in quell'essere!Nel libro tutti i personaggi sono coprotagonisti tanto sono ben descritti. Due le famiglie i Moses e i Lake All'inizio assistiamo ad una tragedia ma la nonna Calla reagisce con coraggio.Toy, Samuel , Willadee,Bernice e piccoli Swan, Noble e Bienvielle, Blade e altri personaggi secondari diventano durante la lettura parte della tua vita e quando arriva il finale commovente ci mancano come amici perduti.Un libro veramente indimenticabile sicuramente fra i più belli che ho letto se non il più bello: Consiglio vivamente la lettura!

Leggi la recensione

17/04/2014 - danielajap
Immagine non disponibile

Il raccomandato , recensito da danielajap su Bookville.it

Collins non delude mai, le sue storie sono affascinanti, i suoi personaggi scolpiti a tutto tondo.

Leggi la recensione

16/04/2014 - Leila
Immagine non disponibile

Emma, recensito da Leila su Bookville.it

Forse questo è uno dei libri meno accattivanti di Jane Austen, ma nonostante ciò è impossibile da dimenticare sia Emma sia Mr Knightley... Un libro comunque da leggere.

Leggi la recensione

16/04/2014 - sofia
Immagine non disponibile

Il colore viola, recensito da sofia su Bookville.it

Alice Malsenior Walker (Eatonton, 9 febbraio 1944) è una scrittrice statunitense. Attivista femminista per i diritti delle donne afroamericane e delle lesbiche, ha scritto saggi e opere di narrativa su tematiche di genere e sul razzismo. Il romanzo Il colore viola (The Color Purple), la sua opera più famosa, ha vinto il premio Pulitzer per la narrativa. Il libro ha per protagoniste due sorelle di colore Celie che verrà stuprata da quello che credeva suo padre e avrà due bambini che le vengono strappati appena nati e Naddie che scapperà di casa e andràmissionaria in Africa. Il libro stenta a decollare perchè volutamente l'autrice farà scrivere a Celie delle lettere a Dio volutamente sgrammaticate per rendere l'idea del livello culturale della protagonista.Poi la storia ci cattura e rivela una forte denuncia sulla condizione delle donne di colore sfruttate prima dai padri e poi dai mariti. Celie non ha nessuno con cui parlare quindi si inventa di scrivere a Dio dove racconta la sua vita che stranamente cambierà quando a casa del marito si istalla la sua amante una cantante famosa.La sorella le scriverà molte lettere,ma ilmarito di Celie gliele nasconderà per anni.Celie riusciràad affermarsi? Proprio qui sta l'interesse che suscita questa storia e il finale sarà veramente inaspettato. Consigliato!

Leggi la recensione

16/04/2014 - sofia
Immagine non disponibile

Il colore viola, recensito da sofia su Bookville.it

Alice Malsenior Walker (Eatonton, 9 febbraio 1944) è una scrittrice statunitense. Attivista femminista per i diritti delle donne afroamericane e delle lesbiche, ha scritto saggi e opere di narrativa su tematiche di genere e sul razzismo. Il romanzo Il colore viola (The Color Purple), la sua opera più famosa, ha vinto il premio Pulitzer per la narrativa.

Leggi la recensione

16/04/2014 - Rosa Mazzarrino
Immagine non disponibile

Emma, recensito da Rosa Mazzarrino su Bookville.it

Lo stile della Austen non si smentisce:la lettura scorrevole, la trama interessante che s'ingarbuglia pagina dopo pagina, le descrizioni dettagliate dei caratteri dei protagonisti che senti quasi diventare amici, che conosci da tanto e non manca l'ironia; insomma c'è tutto lo stile della Austen, anche se la protagonista, forse, può risultare un pò antipatica, forse a volte presuntuosa.

Leggi la recensione

15/04/2014 - palmaleona
Immagine non disponibile

Psicogenealogia, recensito da palmaleona su Bookville.it

Strettamente collegato alla "Sindrome degli antenati", "Psicogenealogia" ripercorre tutte le tematiche cardine della psicologia transgenerazionale arricchendole con il racconto di esperienze reali e le indicazioni utili a costruire il proprio albero "psicogenealogico", ovvero un albero in cui oltre ai legami di parentela vengono messi in evidenza eventi lieti o tragici dei nostri avi che possono in qualche modo condizionare la nostra vita. Naturalmente l'autrice del libro consiglia di affidarsi a specialisti della materia per ricostruire la storia della propria famiglia e soprattutto di diffidare di chi usa la psicogenealogia in modo sensazionalistico ed esoterico (i cialtroni per intenderci!). Ne consiglio la lettura dopo "La sindrome degli antenati" in modo da avere chiari i concetti cardine della psicogenealogia.

Leggi la recensione

15/04/2014 - fra_paga
Immagine non disponibile

I sonetti di William Shakespeare, recensito da fra_paga su Bookville.it

Ci sono due Shakespeare ben distinti che, soprattutto leggendo i Sonetti, è doveroso separare: quello in lingua originale e quello tradotto. Se nelle opere teatrali la traduzione adombra solo minimamente la grandiosità del risultato finale, nei sonetti (purtroppo) la contaminazione è deleteria. 154 sonetti che in lingua inglese risuonano come musica idilliaca ma che nella traduzione perdono le assonanze facendoci concentrare solo sui contenuti con un risultato altalenante: soprattutto nei primi 100, la ripetitività diventa soporifera e a volte addirittura irritante per un'atmosfera adulatoria omnipresente. Voto 6.5

Leggi la recensione

15/04/2014 - danielajap
Immagine non disponibile

Il caro prezzo della privacy, recensito da danielajap su Bookville.it

Brevissimi, geniali racconti.

Leggi la recensione